File in banca e contanti addio, è tutto in un’app

Mobile payment, contactless payment, m-commerce, mobile-POS, mobile wallet: sono i servizi destinati a rimpiazzare in breve tempo sia il denaro contante sia i pagamenti tradizionali effettuati con il Pos. Addio, dunque, alle file agli sportelli bancari. Le carte di credito ora sono nello smartphone, e con le app di internet banking non solo è possibile gestire il proprio conto corrente da casa, ma anche gestire il proprio portafoglio di risparmio, acquistare o vendere titoli, dialogare con la banca e ottenere servizi personalizzati. Non è un caso che l’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano registri in Italia un aumento del 150% dell’uso delle carte contactless e del 60% del mobile payment. Due sistemi di pagamento che traineranno un mercato stimato dall’Osservatorio in 100 miliardi di euro nel 2020.

La rivoluzione contactless

Con le app dedicate lo smartphone è abilitato a inviare e ricevere denaro, e non solo per grandi cifre, ma anche per pagare un caffè nei negozi abilitati, o acquistare il biglietto della metro, riporta Adnkronos. A Milano, ad esempio, grazie alla rivoluzione digitale avviata da Atm, l’Azienda Trasporti Milanesi, già si viaggia senza biglietto. Infatti lo si può acquistare contactless con carta dei circuiti Visa o Mastercard, o anche via smartphone o smartwatch. Basta avvicinare la carta o il device, senza bisogno di registrarsi prima, e l’importo della tariffa sarà addebitata sull’estratto conto senza alcuna commissione.

Sicurezza garantita

Con lo smartphone si può trasferire denaro ai contatti presenti in rubrica e ai negozi convenzionati. E grazie al sistema di monitoraggio delle transazioni eventuali tentativi di frode vengono individuati immediatamente tramite le notifiche ricevute via app o sms. Un altro elemento di sicurezza è il servizio 3D Secure, pensato proprio per proteggere gli acquisti online. Al momento del pagamento di un acquisto sul web, si riceve un sms con il codice di sicurezza dinamico di 6 cifre, utilizzabile solo una volta per completare l’acquisto. Una garanzia che la carta venga usata solo per gli importi, i canali e le aree geografiche scelte dal consumatore.

Un salvadanaio digitale

Diverse applicazioni (Gimme5, Oval Money e GoSherpy) consentono poi di sostituire quello che una volta era il libretto di risparmio. Gimme5, ad esempio, fornisce la possibilità di risparmiare denaro impostando obiettivi futuri, oppure utilizzarli per investimento attraverso piani di accumulo. Oval Money invece analizza i consumi grazie al collegamento con le carte di credito, di debito e i conti correnti, mentre GoSherpy accumula risparmio attraverso piani di breve durata abbinati a obiettivi specifici. Ogni app garantisce sicurezza attraverso partnership con società specializzate e utilizza protocolli certificati per trasferire il denaro. Inoltre la gestione dei soldi è sottoposta al rispetto delle rigide regole dei paesi che ospitano i depositi.