Fatturazione elettronica obbligatoria: per chi e come fare

Dal prossimo anno la fattura dovrà essere elettronica, e non solo per i fornitori di enti pubblici. Dal 1° gennaio 2019 anche le imprese e i professionisti dovranno fatturare solo in maniera elettronica: pena la nullità del documento. Tutte le fatture non elettroniche saranno infatti giudicate nulle. È quindi necessario conoscere tutti i passaggi per emettere una corretta fattura elettronica, così da non commettere errori una volta che questa diventerà obbligatoria per tutti, o quasi.

Anche se esistono molti software a pagamento che permettono di compilare inviare la fattura elettronica, il tutto può essere eseguito tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Come fatturare elettronicamente tramite l’Agenzia delle Entrate

Dopo essersi registrati sul sito web dell’Agenzia delle Entrate indicando i dati richiesti, ovvero codice fiscale, dichiarazione dei redditi e reddito complessivo, viene assegnato un pin per poter accedere successivamente a tutti i servizi dell’erario online. Quindi, una volta ottenuto il pin, basta accedere alla sezione Fatture e corrispettivi, da cui è possibile compilare e inviare tutte le fatture elettroniche di cui si ha bisogno. Il sito mette a disposizione dell’utente una scelta tra diverse tipologie di fatture: ordinaria, semplificata, o fattura della Pubblica Amministrazione, riferisce Adnkronos.

Compilare la fattura e correggere eventuali errori

Esattamente come per quella in formato cartaceo anche nella fattura elettronica bisognerà indicare i dati personali dell’emittente e quelli del cliente, così come tutti i dati rilevanti ai fini della validità della fattura, quali, ad esempio, la data di emissione, l’oggetto del pagamento e l’aliquota Iva applicata. Una volta compilata in tutte le sue voci è possibile consultare la propria fattura nella sezione Riepilogo, dove è possibile rivedere il documento.  Eventualmente, se ci si accorge di avere commesso un errore, è possibile correggere prima di inviare.

Inviare la fattura online

A questo punto si deve selezionare la voce Conferma per salvare il file (in formato xml) della fattura elettronica sul PC. Nel frattempo la fattura deve aver superato tutti i controlli del Sistema Ricevente, quindi è necessario sottoscriverla con la firma digitale. Solamente ponendo la firma digitale, infatti, la fattura elettronica sarà pronta per essere inviata. Per poter inviare, anche in questo caso, è possibile utilizzare lo stesso servizio dell’Agenzia delle Entrate. Come? Semplicemente cliccando sull’opzione Trasmissione e allegando il file della fattura che si intende inviare. Dopo aver caricato il file l’operazione si conclude cliccando su Invia. A questo punto il sistema invierà la conferma dell’avvenuta trasmissione.